Taylor Swift - Cardigan

RLV - la radio a colori Radio Levanto Val di Vara pubblicità radiofonica locale studio registrazione Cinque Terre La Spezia Taylor Swift - Cardigan

Taylor Swift - Cardigan
Redazione

 

Come primo singolo ufficiale dell'album la cantante ha scelto "cardigan", un brano che fa parte di un gruppo di tre canzoni che lei stessa ha definito "Teenage Love Triangle" e che comprenderebbe anche "august" e "betty". Il video, girato dalla stessa Swift, rimanda al concetto di mito che percorre tutto l'album scritto durante il periodo di isolamento: "Durante l'isolamento la mia immaginazione ha corso selvaggia e quest'album ne è il risultato, un pugno di canzoni e storie che sono sgorgate come un flusso di coscienza. Prendere in mano una penna è il mio modo di fuggire nella fantasia, nella storia e nella memoria. Ho cercato di raccontare queste storie al meglio delle mie possibilità con tutto l'amore, la meraviglia e la fantasia che meritavano".

 


Il brano è il racconto di un amore vissuto, perso e probabilmente ritrovato. Che vuol dire tutto e niente, ovviamente: è un racconto di giovinezza, senza dubbio, come ce ne sono vari in quest'album che mescola vita vissuta dalla cantante, vite vissute da altri e racconti fantastici, appunto. "Quando sei giovane presumono che tu non sappia niente" dice la protagonista della canzone in quello che probabilmente è il cardine di questa canzone, "ma io ti conoscevo" prosegue qualche verso sotto Taylor Swift ricordando momenti passati assieme al ragazzo, che ballava nei suoi Levi's ubriaco sotto a un lampione, ricordandosi di quando, mentre lei si sentiva "come un cardigan gettato sotto il letto di qualcuno, tu mi hai indossato dicendo che ero il tuo preferito". Poi lui se n'è andato: "Hai disegnato stelle attorno alle mie cicatrici, ma ora sto sanguinando (…). Ti conoscevo che cercavi di cambiare il finale, Peter (riferendosi a Peter Pan) che perde Wendy, ti conoscevo che mi lasciavi come un padre, correndo come l'acqua", fino al conclusivo "Sapevo che saresti tornato da me".

Il video:
Taylor Swift è in una stanza di legno – come fosse una baita di montagna, forse riferimento alle sue radici – illuminata da un camino. Comincia così il video che ha ideato e diretto lei stessa in un periodo di isolamento. Un video che prosegue seguendo appunto il filo del racconto, con una Swift che prima si immerge in una foresta mentre suona la canzone a un piano che è completamente ricoperto dal muschio e successivamente si perde in un mare in burrasca, appesa al suo pianoforte e poi riemerge sempre grazie al piano in una stanza o soffitta. Nel video pare che ci siano anche alcune sorprese con vari rimandi, dall'orologio fermo all'una e un quarto (quindi con la lancetta piccola sull'1 e la grande sul 3) a sottolineare quanto il 13 sia il suo numero fortunato, o la foto che si vede all'inizio che è quella di suo nonno, similitudini a "Falling" di Harry Styles, tra le altre.

 

Stampa  Segnala ad un amico