Daniele Isola - “Nella mia natura”

RLV - la radio a colori Radio Levanto Val di Vara pubblicità radiofonica locale studio registrazione Cinque Terre La Spezia Daniele Isola - “Nella mia natura”

Daniele Isola - “Nella mia natura”
Redazione

 

“Animali Urbani” è il titolo del secondo album di Daniele Isola.

Prodotto da Pietro Paletti, il disco è la prosecuzione di un percorso artistico trasersale tra il pop e musica d’autore iniziato nel 2015 con l’album d’esordio “Luna di miele per 3” e maturato in due anni di live, esperienze e incontri che hanno profondamente influenzato il suono e la scrittura del cantautore milanese.

“Animali Urbani” rappresenta uno spaccato di vita contemporanea, una riflessione sul nostro tempo e sulle sue contraddizioni. In primo piano, nove storie in cui la speranza è sempre accompagnata dal disincanto, la voglia di evadere dalla paura di perdersi. Sullo sfondo, una metropoli che di volta in volta diventa jungla, deserto, paradiso di plastica.

"Ho cercato di racchiudere in Animali Urbani le emozioni di due anni per me molto intensi – racconta Daniele Isola - Non a caso sono finite dentro due canzoni che segnano l'inizio e la fine di questo cammino. Una era stata esclusa dal precedente lavoro, l'altra l’ho scritta il giorno prima di entrare in studio."

Il progetto vanta la collaborazione d’eccezione con la cantautrice Verano, che presta la voce al brano "In un'ora", la ballata più romantica del disco.


“Animali Urbani” è anticipato dal singolo "Nella mia natura", in uscita l'8 settembre, una canzone che racconta le sfaccettature, i modi di essere, le abitudini e gli atteggiamenti che descrivono l’essere umano nella sua complessità. Nel videoclip, diretto da Diego Gavioli, il protagonista (Daniele Isola) viene moltiplicato in tanti doppi che agiscono e compiono azioni diverse, che vivono ambienti domestici e urbani.


“Uno squillo che svela le molteplicità della natura umana e un cerchio che le raccoglie e le racchiude tutte – ha spiegato Gavioli - Un dialogo giocoso tra le varie sfaccettature del protagonista, che convergono in una visione armonica”.

Stampa  Segnala ad un amico